Primarie amare

Palazzo_Colonna_MarinoPrendiamo spunto dall’articolo di Francesca Marrucci uscito oggi per sviluppare una nostra valutazione sul disastro delle primarie a Marino.
L’articolo della Marrucci è chiaro e lucido ed evidenzia il naturale disorientamento di un elettore di centro-sinistra di fronte all’ennesima prova di non coesione politica.
Ribadiamo ancora una volta che i richiami all’unità del “centro-sinistra” cadono e cadranno immancabilmente nel vuoto se non c’è alla base di questa unità un rapporto paritetico e libero da ogni sospetto reciproco ed una visione largamente accettata di intenti programmatici; sono solo slogan, millantano un cambiamento per mascherare l’eterno ritorno ad accordi pattizi che vivono il tempo della stagione elettorale.  Continua a leggere

Volontà di confronto o critiche opportunistiche?

 

Manifestazione della Lista Comunista per le elezioni europeeDoverosamente rispondiamo al comunicato stampa di Alessandro Corbelli, presidente del movimento Unire la società alla politica, uscito in questi giorni su alcui mezzi di informazione locali viste le critiche che ci muove per come si è concluso il nostro congresso nazionale.

Avremmo sicuramente preferito che Alessandro Corbelli fosse venuto a confrontarsi con le compagne ed i compagni presenti nella Federazione Castelli, Litoranea e Colleferro durante la fase congressuale che si è svolta a novembre se aveva delle questioni politiche che potevano essere oggetto di dibattito: ha avuto come occasione sia i vari congressi a livello dei circoli comunali sia quello di federazione tenutosi a Lanuvio. Continua a leggere

Rivoluzione Civile a Marino

rivoluzione-civile-ingroiaInvitiamo i cittadini all’incontro di presentazione della Lista Rivoluzione Civile che sarà sulle
schede elettorali nelle prossime consultazioni per la Camera dei Deputati, per il Senato della Repubblica e per il Consiglio Regionale del Lazio il 24 e 25 febbraio prossimi.
I circoli e le sezioni del Partito della Rifondazione comunista, di Italia dei Valori, dei Verdi e del Partito dei Comunisti Italiani che insieme a tanti cittadini hanno costituito anche nel nostro comune il Comitato di sandro-ruotoloRivoluzione Civile, ricordano che questo importante appuntamento elettorale chiama ogni elettore ed elettrice di sinistra ad un impegno maggiore rispetto ai precedenti. Continua a leggere

In piazza per tenere aperto l’Ospedale di Marino

Sabato ore 10.00 manifestazione per la sanità marinese e laziale a piazza San Barnaba. Vi aspettiamo numerosi.
Sarà una delle ultime occasioni per poter fare qualcosa.

I Comunisti sono per i fatti, non per le polemiche

Dopo le dichiarazioni della dirigenza del Partito Democratico di Marino pubblicate su il quotidiano “Paconline” la Federazione della Sinistra di Marino sente la necessità di esprimere un suo parere su tali questioni, rimettendo al centro della discussione i temi politici e le problematiche della cittadinanza ed evitando il pantano delle sterili polemiche.

La Federazione della Sinistra (PRC e PdCI) a Marino dai risultati elettorali del maggio 2011 ha sempre cercato, con le sue modalità e le sue tematiche, di ricostruire un dialogo con il centro-sinistra marinese trovando molto spesso unità di intenti e di programmi con molte di esse ad iniziare da SEL e IdV e Verdi con cui è stata organizzata un’ottima iniziativa sulla questione femminile a marzo.

Se tale coesione non si è riuscita a raggiungere con tutti i rappresentanti della coalizione che presentò Onorati come sindaco non è un di certo per un nostro atteggiamento ostruzionista o isolazionista.
Ben comprendiamo come possa essere complesso ripartire con un progetto che possa unire forze diverse, soprattutto dopo una sconfitta elettorale, ma come Federazione della Sinistra più volte abbiamo presentato sul tavolo del centro-sinistra le nostre proposte, gli argomenti e le tematiche, vicine ai cittadini marinesi, su cui principiare un nuovo dialogo e costruire un nuovo progetto politico, a tali istanze non sempre abbiamo ricevuto risposte pronte o chiare da tutte le forze politiche.

Il nostro interesse principale, oggi come ieri, è costruire un modello di governo e di amministrazione che non solo risponda alle necessità della popolazione, che in questo Comune come in tutta Italia sono tante, pressanti e critiche, ma che possa imporsi come il giusto modello di amministrazione: trasparente, incisivo, sociale, aperto alla partecipazione cittadina e collaborativo.
Non siamo sollevatori, e mai lo saremo, di polemiche endemiche e fondate su opportunistici risvolti politici, la nostra polemica nasce e si sviluppa qualora non vi siano le condizioni di un progetto comune sui punti che noi consideriamo fondamentali e imprescindibili per un’unione di forze di sinistra.

La Federazione della Sinistra ritiene che i Verdi stiano facendo sul parcheggio alla Scuola Massimo D’Azeglio una giusta battaglia, sin da subito ci siamo detti disponibili a collaborare (la presentazione del progetto è stata fatta nella sede del PRC di Marino come lo stesso segretario dei Verdi ha comunicato) perché sui temi e sui progetti noi facciamo politica.

La Federazione della Sinistra inoltre non immaginava di certo che alcune dichiarazioni sui problematiche territoriali importanti come la sanità o la salvaguardia del territorio generassero lo scorno del PD piuttosto che della Giunta Palozzi, in merito alle dichiarazioni fatte dal direttivo del Partito Democratico possiamo solo dire che non era a nostra conoscenza che il PD avesse registrato la parola “centro-sinistra” presso qualche ente istituzionale e che pertanto tale termine, come il marchio della Coca Cola, non potesse essere utilizzato da nessuno previo l’assenso del detentore del brand!
In conclusione ricordiamo anche agli organi di stampa che il populismo è di scarso valore soprattutto quando si ha la velleità di voler dare un giudizio “politico” sulle questioni di cui, evidentemente, non si conoscono tutti i risvolti; semplificare e ridurre in poche battute anti-politiche un percorso di riaggregazione, descrivere le spinte di egemonia come battibecchi fra rissosi galletti, incuranti delle necessità della cittadinanza, è per noi squalificante e non è una fotografia in cui ci riconosciamo.
La nostra politica è sempre stata fra la gente, nell’organizzazione di manifestazione e incontri, nella raccolta delle firme per fermare la legge contro l’articolo 18(su cui faremo anche un convegno a Marino il prossimo 23 giugno) e contro i vitalizi dei consiglieri della Regione Lazio, siamo sempre stati presenti nelle lotte per rivalutare l’ospedale e il polo sanitario di Marino, nella riapertura degli spazi pubblici a Santa Maria delle Mole e Frattocchie, nella salvaguardia del territorio con il ricorso al TAR sulla costruzione del polo abitativo sulla direttrice Divino Amore Mugilla.

Per nostra fortuna per i comunisti parlano i fatti e non le parole, vengano pure i Grillo o gli altri arruffapopoli ciarlieri: le promesse ed i castelli di carta non governano un comune nè una Nazione, le risposte politiche della Federazione della Sinistra sì.

I Segretari della Federazione della Sinistra
Romana Paolini – PRC Marino
Maurizio Aversa – PdCI Marino

Firmiamo per abolire i privilegi

La Federazione della Sinistra (PRC e PdCI) non ha mai favorito il facile populismo, non ha mai sostenuto la perdita di rappresentatività democratica del popolo per questo siamo contrari a limitare il contributo elettorale solo a quei partiti che raggiungono il seggio del Parlamento e siamo contrari a ridurre il numero dei rappresentanti dello Stato perché la nostra democrazia rappresentativa non può trasformarsi in un’oligarchia borghese.

La Federazione della Sinistra lotta a favore della democrazia e della partecipazione popolare, lotta contro il privilegio, prebenda aristocratica e borghese inaccettabile e inqualificabile.
Per questo, dopo che la proposta di annullamento dei vitalizi da parte della FdS è stata bocciata alla Regione Lazio, abbiamo ritenuto necessario chiedere il coinvolgimento della popolazione per annullare questo iniquo privilegio ed utilizzare il risparmio ottenuto per supportare il welfare ed i servizi sociali che la mannaia montiana sta distruggendo

In tutto il Lazio e a Marino (presso l’Ufficio Elettorale del Comune) abbaimo iniziato una raccolta di firme per promuovere un referendum abrogativo che metta fine a questo soppruso.

Allestiremo inoltre dei banchetti informativi nei seguenti giorni:

30/05/2012 Mercato settimanale Piazzale degli Eroi  dalle 10 alle 13

16/06/2012  Santa Maria delle Mole piazza Sciotti il  dalle 10 alle 13     

17/06/2012 Piazza don Luigi Sturzo dalle 10 alle 13

No VitaliziChiediamo a tutti i partiti e le associazioni contrarie all’ottica del privilegio di contribuire attivamente a quella che è una lotta di rideterminazione del corretto e sano spazio politico.

Perché la lotta si deve fare contro il privilegio e non contro i diritti

ONCOLOGIA DEI CASTELLI A MARINO?

Ospedale MarinoLa Federazione della Sinistra di Marino denuncia l’allarme sanità. Denuncia l’indecisionismo della Regione Lazio. Denuncia la latitanza del Comune di Marino.

In campo sanitario la situazione del Lazio, e ed in particolare dei Castelli Romani e a Marino, è più grave di quanto sembra. Siamo in presenza di sabbie mobili. Siamo tornati ai tempi della vecchia politica democristiana: cercare di non scontentare nessuno per non decidere mai. Continua a leggere