Pronto soccorso di Marino: fine delle menzogne

Ospedale MarinoCon la sentenza del Consiglio di Stato che dà ragione al comune di Frascati, e conseguentemente torto a Marino, si chiude la tragicommedia messa in atto in questi anni dalla Giunta di centro-destra del nostro Comune.

Il risultato è che Marino non vedrà riaperto il Pronto Soccorso facendo venire a mancare ai cittadini un punto di fondamentale pronto intervento ed andando a congestionare i pochi Pronto Soccorsi nei Castelli Romani rimasti aperti a fronte dei tagli alla Sanità dei Governi di Unità Nazionale (fatti da PD, PDL e centro). Continua a leggere

Annunci

Un ambientalismo di facciata

Settimo invasoLe dichiarazioni del candidato a sindaco del centro-destra Fabio Silvagni superano il limite del paradosso;  benché durante la campagna elettorale possa sorgere in determinati candidati la propensione a “gonfiare” determinate promesse queste dovrebbero quanto meno mantenere un certo contatto con la realtà e con gli atti che politici che sono stati fin qui condotti.

Fabio Silvagni è espressione piena e compiuta di un’amministrazione che nei suoi 7 anni a Marino proprio sull’ambiente ha dimostrato le sue principali pecche.

Iniziando proprio dalla raccolta differenziata, che ad oggi nel nostro Comune conosce costi elevatissimi e risultati quantomeno scarsi,  vogliamo ricordare ai cittadini che la coalizione dei moderati ha ripetutamente rifiutato di aderire ad un sistema di raccolta porta a porta mentre oggi ci propone un progetto di smaltimento “a chilometro zero” quando solo il 20% della raccolta rifiuti a Marino riesce ad essere differenziata.

testata-stopcementoInoltre oltre a pensare ad un piano di arredo urbano Silvagni e la coalizione che lo sostiene spieghino perché, se tanto amanti dell’ambiente, non abbiano mai ritirato le delibere per le concessione della zona del Divino Amore – Mugilla, zona che se riqualificata come parco rappresenterebbe un polmone verde per Marino e per la cittadinanza.

Come comunisti crediamo fermamente che una politica che si incentri sull’ambiente possa essere il futuro, per questo riteniamo che questo futuro non possa realizzarsi tramite chi, come Silvagni e la coalizione dei Moderati, non ne hai mai avuto la benché minima cura.

Perdono sempre i cittadini

Mentre il dibattito politico e polemico locale si articola sugli interessantissimi temi del futuro candidato a sindaco di centro-destra e le sue imprese e delle diatribe burocratiche di redivivi partiti apprendiamo dalle testate regionali e nazionali che l’Ospedale di Marino è a rischio chiusura per gli ennesimi tagli alla spesa pubblica del Governo Letta.

Chiusura degli ospedali di Marino e Ariccia

Chiusura degli ospedali di Marino e Ariccia

Già più di una volta abbiamo espresso la nostra convizione che l’Ospedale di Marino (ma come quello di Ariccia, di Albano, di Genzano e di altri comuni dei Castelli) siano non solo necessari ma anche fondamentali per il benessere dei cittadini: una presenza pubblica nella sanità è un diritto inalienabile che oggi, come il diritto al lavoro o all’istruzione, ci viene sottratto da un Governo complice dei diktat europei. Continua a leggere

Discarica Falcognana-Ardeatina: quando la speculazione diviene cannibale

DISCARICA DI FALCOGNANA: UNA LOTTA CHE NON PUO’ ESSERE BIPARTISAN

Discarica Divino Amore FalcognanaL’allarme generato dalla notizia della possibile apertura della discarica presso la zona Falcognana – Ardeatina e la mobilitazione dei comuni di Castel Gandolfo, Albano, Ciampino e Marino e del IX Municipio di Roma per scongiurarne la realizzazione è un fatto positivo che non può che vedere il Partito della Rifondazione Comunista di Marino a supporto di questa battaglia. Continua a leggere

Un piano per la speculazione

Sindaco MarinoIl centro-destra marinese che ci amministra dal 2006 ha il coraggio di chiamare “servizi alla famiglia” un ennesimo piano di costruzioni e di sfruttamento del suolo pubblico.

Non soddisfatti di avere in questi anni degradato Marino e la sua vivibilità in vista delle prossime elezioni comunali previste per la primavera del 2014 tornano alla carica con nuove promesse sempre più incentrate sul mattone come dichiarato nel convegno tenutosi all’Helio Cabala. Continua a leggere

SOSTENIAMO I LAVORATORI DELL’OSPEDALE DI MARINO

marino_blitzospedaleIl Partito della Rifondazione Comunista di Marino esprime vicinanza alla lotta dei lavoratori dell’Ospedale San Giuseppe di Marino: la situazione di degrado che si verrà ad aggravare nel nostro Comune per la chiusura del nosocomio è uno dei moltissimi casi nel Lazio e in Italia dovuti ad una cattiva gestione della sanità e alla serie di tagli lineari che i Governi che si sono succeduti negli ultimi due anni hanno operato a danno del bene pubblico e per favorire il profitto privato.

Più volte abbiamo denunciato il piano bipartisan a livello nazionale di smantellamento della sanità pubblica e le mancate promesse che l’amministrazione di Marino non ha saputo mantenere negli anni se non limitarsi ad una loro rispolverata a ridosso delle tornate elettorali: oggi che i reparti di Pediatria, Nipiologia, Ostetricia e Ginecologia vengono chiusi non possiamo assistere silenziosi al disfacimento di un servizio che rappresenta il fondamento del welfare pubblico, il diritto ad una sanità libera e gratuita per tutti.

Ma l’indignazione non può restare solo su carta i giusti appelli all’amministrazione comunale, alla giunta regionale o a qualche altro piano alto del Governo non sono più sufficienti: la protesta dei lavoratori dell’Ospedale a Marino deve essere supportata non solo da quei partiti, come il nostro, che si battono per un’Italia in cui sia garantita uguale istruzione, uguali cure ed uguali opportunità a tutti i cittadini ma è il momento anche che la cittadinanza marinese si dia una scossa e partecipi alla lotta per la difesa del suo Ospedale.

Non arriverà nessun intervento dalle alte sfere se non partirà una protesta estesa e condivisa da gran parte della popolazione marinese: se non scendiamo ora in piazza a protestare quando l’Ospedale avrà chiuso i battenti sarà troppo tardi

UNIAMOCI PERTANTO ALLA LOTTA DEI NOSTRI COMPAGNI LAVORATORI DELL’OSPEDALE E DIFENDIAMO TUTTI INSIEME IL NOSTRO DIRITTO ALLA SALUTE

Perché la sanità non può essere che pubblica

marino_blitzospedaleLa chiusura di molti reparti all’Ospedale di Marino evidenzia come tutte le promesse elettorali sin qui sbandierate da chi ci ha governato per anni (il centro-destra) a Marino e nel Lazio e le speranze illusorie nei nuovi amministratori del Lazio (la giunta Zingaretti) si siano rivelate delle semplici fantasie. Continua a leggere