Pronto soccorso di Marino: fine delle menzogne

Ospedale MarinoCon la sentenza del Consiglio di Stato che dà ragione al comune di Frascati, e conseguentemente torto a Marino, si chiude la tragicommedia messa in atto in questi anni dalla Giunta di centro-destra del nostro Comune.

Il risultato è che Marino non vedrà riaperto il Pronto Soccorso facendo venire a mancare ai cittadini un punto di fondamentale pronto intervento ed andando a congestionare i pochi Pronto Soccorsi nei Castelli Romani rimasti aperti a fronte dei tagli alla Sanità dei Governi di Unità Nazionale (fatti da PD, PDL e centro). Continua a leggere

Il movimento NO INC ancora vittorioso

Comitato NO INC RonciglianoLa decisione di togliere l’inceneritore dalla pianificazione del nuovo piano rifiuti Regionale è la rappresentazione più evidente di come la lotta popolare condotta in questi anni dai movimenti, dalla cittadinanza e da partiti come Rifondazione Comunista, che ha sempre sostenuto e coadiuvato la protesta, possano portare a dei risultati vittoriosi.

Il nostro partito sia con il supporto istituzionale che potevamo fornire (in Regione e nei Comuni interessati in cui eravamo presenti) sia, e soprattutto, con la presenza dei nostri militanti ha sempre dimostrato piena adesione alle giuste motivazioni del movimento NO INC.

Il successo del movimento NO INC sulla questione dell’inceneritore di Albano è una vittoria di tutti coloro che si oppongono agli abusi affaristici, è un primo passo verso il ritorno ad una gestione dei problemi che pone in primo piano le necessità della popolazione piuttosto che i profitti e le speculazioni capitalistiche.

Ora altre lotte devono, su questo solco, proseguire iniziando dalle due discariche, Roncigliano e Falcognana, e dalla speculazione edilizia che nel territorio di Marino rischia di devastare in maniera irreversibile l’area del Divino Amore-Mugilla.

Noi comunisti continueremo a dare il nostro apporto alla costruzione di un movimento popolare che difenda i suoi interessi contro il sistema capitalista.

La coesione e la partecipazione popolare alle manifestazioni del NO INC insieme all’abnegazione di chi all’interno del movimento ha sempre sostenuto la battaglia sono oggi l’esempio della strada da seguire per ribaltare una visione puramente affaristica del nostro territorio che troppi danni ha causato negli ultimi anni.

Perdono sempre i cittadini

Mentre il dibattito politico e polemico locale si articola sugli interessantissimi temi del futuro candidato a sindaco di centro-destra e le sue imprese e delle diatribe burocratiche di redivivi partiti apprendiamo dalle testate regionali e nazionali che l’Ospedale di Marino è a rischio chiusura per gli ennesimi tagli alla spesa pubblica del Governo Letta.

Chiusura degli ospedali di Marino e Ariccia

Chiusura degli ospedali di Marino e Ariccia

Già più di una volta abbiamo espresso la nostra convizione che l’Ospedale di Marino (ma come quello di Ariccia, di Albano, di Genzano e di altri comuni dei Castelli) siano non solo necessari ma anche fondamentali per il benessere dei cittadini: una presenza pubblica nella sanità è un diritto inalienabile che oggi, come il diritto al lavoro o all’istruzione, ci viene sottratto da un Governo complice dei diktat europei. Continua a leggere

25 Aprile ora e sempre

Il 25 aprile, festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo è una data che va ricordata con la partecipazione attiva 25 aprile 2013 - albano

E’ anche una giornata che ci deve ricordare che la lotta fatta quasi settant’anni fa era sì contro la dittatura fascista e contro l’invasore nazista ma fu anche il frutto di un movimento di lotta che voleva un Paese in cui sviluppo, crescita e diritti fossero a beneficio del popolo e per questo va festeggiata anche perseguendo l’ideale partecipando alle lotte che in queste anni vogliono salvaguardare la popolazione ed opporsi all’oppressione delle speculazioni e dei poteri forti.

25 aprile 2013 - stop cemento

Ed infine è la giornata del ricordo del sacrificio di chi si è battuto per un’idea diversa di Stato che purtroppo non siamo riusciti a realizzare in pieno, ma è nostro compito non far morire quell’idea e di lavorare per porla in atto per un’Italia del popolo realmente libera da tutte le dittature.

Il PRC di Marino contro la cementificazione

Il Partito di Rifondazione Comunista di Marino non può che accogliere con soddisfazione la  volontà di prontezza e la concretezza che anche altri partiti hanno espresso nella lotta a sostegno della linea anti-cementificazione del Divino Amore.

Assemblea contro la cementificazioneche nasce proprio a seguito della “presa d’atto” che il sindaco Palozzi ha fatto votare al Consiglio Comunale il 3 agosto 2011 che prevedeva, tra le altre cose, il raddoppio dell’abitato di Santa Maria delle Mole. L’Assemblea contro la Cementificazione è presente costantemente sul territorio delle frazioni di Marino: il 14 febbraio 2012 ha presentato ricorso presso la Presidenza della Repubblica contro i piani di devastazione del territorio e ha quindi chiesto di annullare tutte le delibere comunali riguardanti la speculazione edilizia approvate il 3 agosto 2011 e tutti i provvedimenti ad esse connessi; ha visto oltre venti cittadini firmare il ricorso contro il Comune di Marino, la Provincia di Roma, la Regione Lazio e le società “Ecovillage”, “Le Mole 2” e “Cristina”. Continua a leggere

Desolante bilancio estivo a Marino

Giardinaccio Marino“L’estate sta finendo…” come cantava una popolare canzone degli anni ’80 e Marino si sveglia da un torpore quasi mortifero. Cercate silenzio, tranquillità, lunghissime ore di sonno?

Venite a Marino, l’unico Comune dei Castelli Romani in cui non ci sono attività culturali pubbliche nemmeno d’estate! Viaggiando in lungo e in largo nella nostra bella Italia, in ogni Comune, ci si può imbattere in sagre di ogni genere, cinema all’aperto, rassegne teatrali, mercatini di antiquariato oppure di artigianato, in alcune località si arriva addirittura (e sembrano storie marziane confrontate al nostro comune!) a festival medievali e rinascimentali o a rassegne di giocolerìa e arte varia. Continua a leggere

Le mani su Marino

Parafrasando il titolo di un meraviglioso film di Rosi vogliamo approfondire alcuni temi di politica locale che, nonostante la calura agostana, si stanno rivelando gravissimi per la futura sostenibilità di Marino: la giunta di centro-destra continua infatti con la sua politica fondata solamente sulla speculazione edilizia incurante degli effetti economici, sociale e di impatto ambientale che questa può causare.

Con una delibera a Luglio la giunta comunale ha ratificato la decisione di deturpare una delle ultime zone di verde di Marino, villa Desideri. Continua a leggere