Proseguire nella lotta

Nel ringraziare gli elettori di Marino che hanno creduto nel progetto di Rivoluzione Civile.

Dobbiamo prendere atto di un progetto che non è riuscito a far convergere su di sè la necessità di cambiamento che emergeva dalle persone: nostra responsabilità non aver fatto emergere quelle parole d’ordine che ci hanno contraddistinto, come Rifondazione Comunista, in questi anni e non aver saputo dare seguito alle lotte che rappresentano il nostro impegno sul territorio a livello locale e nazionale.

I comunisti però non si arrendono alle prime difficoltà, ci rimbocchiamo le maniche e ricominciamo a lavorare per una società più equa, contro il capitalismo e le riforme anti-lavoratori dettate dal liberismo: sempre insieme a voi!

Rifondazione Comunista

Annunci

Votare per una prospettiva

Capitalismo socialismoQueste elezioni che domenica e lunedì disegneranno il nuovo scenario politico italiano mai come prima hanno rimarcato una netta divisione nello spirito politico ed ideologico degli schieramenti.

Le molte promesse e gli infiniti interventi di molte forze politiche, i comizi infuocati e le urla di protesta di altri hanno brillantemente oscurato ancora una volta il punto fondamentale di questo voto: la scelta di prospettiva. Continua a leggere

Rivoluzione Civile e Rifondazione Comunista per il territorio senza opportunismi

marino_viaCostaCaselleJPGL’ultimo decreto/editto della dimissionaria giunta regionale della Polverini dimostra come il centro-destra sino all’ultimo giorno pone in cima alle sue priorità la speculazione edilizia e la esecrabile distruzione del territorio: bene pubblico per eccellenza insieme all’acqua. Il Partito della Rifondazione Comunista di Marino si è opposto sin da subito alle delibere della Giunta Palozzi ed oggi prosegue insieme all’Assemblea STOP CEMENTO la sua lotta presentando un ulteriore ricorso per contrastare le scelte speculative della Polverini. Nostra intenzione però è portare la nostra battaglia anche in Regione dove siamo convinti che i nostri candidati con Rivoluzione Civile Ivano Peduzzi e Maurizio Spezzano faranno di tutto per impedire la devastazione di uno degli ultimi scorci rurali del paesaggio romano che fu. Il nostro impegno, che prosegue da anni sui temi della salvaguardia del territorio, è un impegno giornaliero e continuo in sintonia con le altre forze che oggi sostengono e promuovono Rivoluzione Civile, non è fatto di spot elettorali di partiti che solo oggi in sede elettorale si svegliano per promettere di fermare il degrado: invitiamo i cittadini a sostenerci in questa lotta che poi è la loro lotta perché Rifondazione Comunista-Rivoluzione Civile il nome, l’impegno e la volontà di proteggere il nostro territorio ce l’ha sempre messa, ben prima del 20 febbraio, e ce la metterà anche dopo il 25 febbraio.

wpid-Rivoluzione-Civile-300x300.jpg

Diritto al sociale con Rivoluzione Civile

ingroia fotoMentre prosegue questa pessima campagna elettorale da parte dei principali partiti, in grado solo di lanciarsi pubbliche accuse, di denigrarsi davanti alle telecamere stipulando sottobanco accordi di Governo e fatta solo di false promesse noi di Rivoluzione Civile continuiamo imperterriti a parlare di programmi, di cosa vogliamo fare ed attuare per il benessere dei cittadini che domenica e lunedì andranno alle urne perché è sulla base dei progetti e della prospettiva sociale, politica ed economica che i candidati prospettano che si dovrebbe, per noi, compiere la scelta elettorale.

stato socialeOggi vogliamo parlare della nostra volontà di rilanciare i temi del sociale e del welfare che sono stati ridotti del 75% negli ultimi cinque anni causando le drammatiche proteste dei malati di SLA ed impoverendo ancora di più le fasce più in difficoltà.

In un Paese civile le risorse per il welfare sono un investimento per il futuro e non un costo improduttivo da tagliare. In questi ultimi cinque anni, invece, i governi Berlusconi e Monti hanno praticato uno smantellamento del welfare pubblico senza precedenti, abbandonando al loro destino milioni di cittadini.
Rivoluzione Civile invertirà questa tendenza incivile e lancerà una nuova stagione in difesa dei diritti sociali, quelli scritti nella nostra Costituzione. Per questo abbiamo risposto positivamente agli appelli sul sociale promossi da importanti organizzazioni nazionali, dalla Federazione Italiana Superamento Handicap ai sindacati degli inquilini, dall’Ente nazionale Sordi ai malati Sla.

Riporteremo il sociale al centro dell’agenda politica e le nostre priorità sono:

  1. definire i livelli essenziali di assistenza sociale e un piano nazionale per la non autosufficienza per garantire servizi su tutto il territorio nazionale;
  2. rifinanziare i fondi sul sociale almeno ai livelli del 2008; portare l’Italia nella media europea nel campo delle abitazioni sociali; sospendere gli sfratti;
  3. istituire il reddito minimo garantito per disoccupati e precariamente occupati. I soldi ci sono, basta prenderli da chi ce li ha e ha potuto sempre tenerli nascosti, attraverso una patrimoniale sulle grandi ricchezze e tagliando le spese inutile come quelle per i cacciabombardieri F35 e la Tav in Val di Susa

wpid-Rivoluzione-Civile-300x300.jpg

Una proposta fondata sul lavoro

NAPOLI: PROTESTA DEI LAVORATORI FIAT E INDOTTO CONTRO CORSI DI FORMAZIONEPer il lavoro. Non vogliamo più donne e uomini precari.

Siamo per il contratto collettivo nazionale, per il ripristino dell’art. 18 e per una legge sulla rappresentanza e la democrazia nei luoghi di lavoro. Vogliamo creare occupazione attraverso investimenti in ricerca e sviluppo, politiche industriali che innovino l’apparato produttivo e la riconversione ecologica dell’economia. Vogliamo introdurre un reddito minimo per le disoccupate e i disoccupati. Vogliamo che le retribuzioni italiane aumentino a partire dal recupero del fiscal drag e dalla detassazione delle tredicesime. Vogliamo difendere la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Continua a leggere

I candidati di Rivoluzione Civile a Marino

rivoluzione civile marino 2Ieri si è svolta nella sede di Rifondazione Comunista a Marino (piazza Daniele Manin) la presentazione dei candidati della lista Rivoluzione Civile per le elezioni regionali e nazionali.

rivoluzione civile marinoRingraziamo i candidati per la bellissima iniziativa e per il dibattito che si è svolto perché si è incentrato prettamente sui contenuti programmatici della nostra lista.
L’unica lista che propone seriamente un programma di Governo per andare oltre la crisi del capitalismo, che affronta le problematiche del lavoro e del precariato, della necessità di dare risalto ai valori sociali ed antifascisti della Costituzione.

rivoluzione civile marino 3Ringraziamo pertanto Maurizio Spezzano, Fabio Nobile, Ugo Onorati, Enrico del Vescovo e Marco Bizzoni che hanno animato la discussione politica: in una campagna elettorale in cui gli altri partiti si occupano solo di puntare il dito accusatorio verso l’avversario ed incitano al voto utile ieri abbiamo potuto assistere ad una vera discussione sui programmi: trattati europei da cancellare, sanità pubblica da preservare, scuola pubblica da rafforzare e valorizzare, ambiente e legalità come punti fondamentali dello sviluppo civile, beni comuni come acqua e territorio da rivalutare come ricchezza di tutti.

rivoluzione civile marino 4Senza infingimenti, senza nessuna idea di trasformismo ma con la convinzione che la crisi causata del capitalismo può essere superata solo una risposta sociale che riporti il ruolo dello Stato ad essere il motore e la guida dello sviluppo non solo economico ma anche sociale: un messaggio che si rivolge ai cittadini e alle classe meno agiate, le uniche che hanno pagato la crisi.

Rivoluzione Civile a Marino

rivoluzione-civile-ingroiaInvitiamo i cittadini all’incontro di presentazione della Lista Rivoluzione Civile che sarà sulle
schede elettorali nelle prossime consultazioni per la Camera dei Deputati, per il Senato della Repubblica e per il Consiglio Regionale del Lazio il 24 e 25 febbraio prossimi.
I circoli e le sezioni del Partito della Rifondazione comunista, di Italia dei Valori, dei Verdi e del Partito dei Comunisti Italiani che insieme a tanti cittadini hanno costituito anche nel nostro comune il Comitato di sandro-ruotoloRivoluzione Civile, ricordano che questo importante appuntamento elettorale chiama ogni elettore ed elettrice di sinistra ad un impegno maggiore rispetto ai precedenti. Continua a leggere