Ilva pubblica

ilva_tarantoLe dimissioni del CdA dell’ILVA e la frenetica attività del Governo Letta di trovare una soluzione che salvi sia un indotto di 40.000 posti di lavoro sia la salute di una città di 200.000 abitanti sono soltanto l’ultimo tassello di un annaspare politico iniziato con Monti e che ritorna puntualmente a presentarsi.Già qualche mese fa avevamo denunciato l’inefficacia dei provvedimenti del governo Monti (all’epoca appoggiato anche da PD e PDL) ed anche la possibile soluzione di un commissariamento dell’impresa di lascia interdetti.
Infatti se da un lato un commissariamento potrebbe rappresentare l’intervento dello Stato per risolvere la vicenda da un altro lato tale intervento rischia di diventare soltanto un obbligo per lo Stato a farsi carico della gestione di uno stabilimento abbandonato al suo destino, rifondarlo e poi regalarlo di nuovo al prossimo capitalista.

Capitalismo socialismoNon possono essere queste le soluzioni accettabili, il caso dell’ILVA dimostra, come molti altri casi in Italia (Telecom, Italsider, banche, energia), quanto le privatizzazioni di metà anni novanta siano state un errore strategico e politico gravissimo.
Rinunciando ai maggiori settori produttivi di una nazione, al tempo sotto il suo diretto controllo, lo Stato non solo ha rinunciato al controllo delle leve di sviluppo ma ha anche aperto la strada alla speculazione, alla mera ricerca del profitto che in venti anni ha impoverito le capacità industriali conducendoci al livello di crisi attuale.

Perseguire su questa strada affidando alle “cure” dei privati anche le ultime ricchezze pubbliche (come ad esempio la sanità) equivale ad un suicidio; è il momento di invertire questa tendenza, per questo vediamo come unica e possibile soluzione l’intervento dello Stato ma per condurre ad una ri-pubblicizzazione dell’ILVA insieme a moltissime altre aziende strategiche che il capitalismo ha dissanguato, solo una gestione pubblica potrà conciliare gli interessi produttivi con quelli legati alla salute dei cittadini in modo poi da procedere riconsegnando l’industria agli unici proprietari che si preoccuperebbero veramente del bene di tutti: i lavoratori stessi

 

Annunci

6 thoughts on “Ilva pubblica

  1. Domani manifestiamo per il lavoro ed i lavoratori, per un futuro fatto di diritti, contro la precarietà, la disoccupazione e le leggi repressive e l’austerità diretta sempre e solo verso le classi lavoratrici.

  2. Avete davvero un blog ben fatto! Sareste disponibili per uno scambio di post? intendo guest blogging… ho un blog che tratta di argomenti simili, vi ho inviato una mail per scambiarci i dati. Grazie ancora!

  3. Sono molto felice di aver trovato questo sito. Voglio ringraziarvi per il tempo che spendete, una lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho gia’ salvato il sito tra i segnalibri per non perdermi nulla!

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...