Una proposta fondata sul lavoro

NAPOLI: PROTESTA DEI LAVORATORI FIAT E INDOTTO CONTRO CORSI DI FORMAZIONEPer il lavoro. Non vogliamo più donne e uomini precari.

Siamo per il contratto collettivo nazionale, per il ripristino dell’art. 18 e per una legge sulla rappresentanza e la democrazia nei luoghi di lavoro. Vogliamo creare occupazione attraverso investimenti in ricerca e sviluppo, politiche industriali che innovino l’apparato produttivo e la riconversione ecologica dell’economia. Vogliamo introdurre un reddito minimo per le disoccupate e i disoccupati. Vogliamo che le retribuzioni italiane aumentino a partire dal recupero del fiscal drag e dalla detassazione delle tredicesime. Vogliamo difendere la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.Rivoluzione Civile vuole  ristabilire il principio fondamentale su cui è basata la nostra Costituzione, il diritto di ogni cittadino ad avere un lavoro stabile in grado di dargli sicurezza e dignità.
Riforma lavoroRivoluzione Civile vuole cancellare le riforme del Governo Monti ed approvate sia dal PdL che dal PD a partire da quelle della Fornero sulle pensioni e sul lavoro che hanno creato solo disperati, come nel caso degli esodati, o che si sono dimostrate fallimentari dal punto di vista occupazionale: non crediamo che la soluzione sia maggiore flessibilità o la flexsecurity così cara a Bersani.

L’interesse di uno Stato deve essere la tutela della maggioranza della popolazione ovvero dei lavoratori e non cercare di soddisfare gli interessi dei capitalisti e dei padroni che dimostrano, soprattutto con gli ultimi scandali di ENI, Finmeccanica, ILVA e MPS o con la brutale strategia di Marchionne e della FIAT, che il loro unico interesse è il loro profitto per il quale sono disposti a schiacchiare con il loro “tallone di ferro” diritti, legalità e salute.
Siamo l’unico schieramento che ha un progetto per la dignità dei lavoratori, un progetto che non è fatto di compromessi fra lavoro e capitale, che non vuole umiliare i sindacati ed il loro ruolo, che crede nell’uguaglianza fra uomo e donna nel rispetto delle loro pecularità, che vuole dare un vero futuro alle giovani generazioni che non devono vivere un’esistenza perpetua da precari, che non cede ai ricatti ma vuole ricostruire una nazione fatta di persone che producono non di servi che vengono sfruttati.

wpid-Rivoluzione-Civile-300x300.jpg

Annunci

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...