Rivoluzionare il modello europeo

Rivoluzione CivilePrimo impegno di una forza politica che vuole governare in Italia attuando misure di supporto sociale al lavoro, alla crescita e al benessere dei cittadini (e qui includiamo sanità, scuola, trasporti pubblici, pensioni e reddito sociale) è quello di ripudiare totalmente il modello europeo di austerità rappresentato dal Fiscal Compact.Le conseguenze di questo accordo, unite al pareggio di bilancio in Costituzione, che il Governo Monti e la maggioranza sostenuta da PdL, PD, UdC e FLI hanno votato senza alcuna esitazione, non consentiranno a nessun governo uscito dalle urne  di effettuare alcun intervento di “equità sociale” senza provacare tagli ulteriori nello stato sociale o spingendoci ad una politica di privatizzazione di ogni settore del Paese.

merkelA questo si aggiungono le manovre finanziarie miliardarie che si sarà obbligati a fare (grazie proprio al Fiscal Compact) per ripagare gli interessi sul debito nazionale per rientrare nei parametri che la Germania ha imposto a tutti gli altri Paesi.
La politica di austerità descritta rischia di contorcersi in una spirale recessiva con continui cali del PIL ed aumento conseguente del rapporto fra il suddetto e il debito.

Se ai politici di centro-destra questa opzione potrebbe andare bene per creare un sistema liberal-capitalistico coerente al modello statunitense di azzeramento dell’assistenza sociale ed immiserimento e soggiogamento della classe lavoratrice non comprendiamo perché l’accettazione di questi “patti” sia avallata anche dal duo PD-SEL visto che bloccheranno qualsiasi iniziativa “sociale”.

Rifondazione comunista - congresso FIOM 9 giugnoRivoluzione Civile è, nel panorama odierno della politica italiana, l’unica forza che vuole contrastare questo modello economico: per questo invitiamo gli elettori a partecipare all’importante iniziativa Contro il fiscal compact e l’austerità, per l’Europa sociale  e dei popoli, il giorno venerdì 1 febbraio alle ore 18, presso il Teatro Capranica in piazza Capranica 101 a Roma

Saranno presenti
Fronte della Sinistra
Fabio Amato, Paolo Ferrero, Antonio Ingroia e Jean Luc Melenchon (Front de Gauche)

Per un’Europa dei popoli e non delle merci RIVOLUZIONE CIVILE

 

Annunci

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...