Brogli pre-elettorali

I partiti che appoggiano il Governo di Monti e delle banche sembrano aver trovato un accordo di massima per la prossima legge elettorale in grado di continuare a garantire a loro una forte presenza parlamentare, nonostante il baratro in cui hanno gettato l’Italia, e spianando la strada per un Monti-bis (o di un suo emulo come Passera) che governerà con l’appoggio di una coalizione che spazierà, probabilmente, dai cristiano-borghesi centristi di Casini ai centristi-opportunisti del PD.
Alternativa a questa “coalizione” post-elettorale il PdL che ripropone la figura disfatta e rovinosa di Berlusconi, confermando la sua inesistenza politica senza il leader-padrone ma utile al PD per poter rispolverare i vessilli dell’anti-berlusconismo, unico punto programmatico “chiaro” del partito di Bersani.

Nel dettaglio il modello sul quale le intese hanno fatto un decisivo passo in avanti è stato studiato per accontentare un po’ tutti. C’è il premio di maggioranza alto che chiedeva Bersani (+15%) assegnato però non alla coalizione ma al partito (richiesta del Pdl e che eviterebbe a Bersani delle scottanti primarie di coalizione).
Non sono pervenute le preferenze ma i collegi uninominali (in cui i partiti decidono i candidati) sono accompagnati da una quota abbastanza alta (almeno il 30%) di liste bloccate elette con il proporzionale. C’è lo sbarramento al 5% che va bene a tutti i protagonisti dell’accordo e il Pdl si è ricordato della Lega ottenendo un sistema di soglie regionali che dovrebbe garantire il Carroccio anche in caso di pesante (e prevista) flessione.

La penosa legge, che dopo il Porcellum potrebbe essere chiamata l’Imbroglium, rischia di portare l’Italia sulla soglia di un’apparente ingovernabilità (come è stato per la Grecia a cui il modello si ispira): apparente ingovernabilità se i cittadini ragioneranno ancora con gli stilemi di contrapposizione di tutto il mondo civile, ossia destra e sinistra.
Rifondazione comunista - congresso FIOM 9 giugnoIn realtà la legge elettorale rischia di riaggregare nuovamente le forze di destra (Lega e PdL) ma, cosa ancora più importante, spingerà il PD nelle braccia dell’UDC andando a costruire un soggetto molto simile al binomio PASOK-ND in Grecia (i cui risultati sono alla portata di tutti) e facendo di Casini l’ago della bilancia della politica italiana.
Sarà questa coalizione, già decisa a priori prima del voto, a sostenere il nuovo governo delle banche, indipendentemente dal voto popolare: come ha ribadito il nostro segretario Ferrero «con questa legge elettorale possiamo anche non andare alle elezioni. Serve unicamente a santificare il governo Monti».

Fatto ancor più grave la legge rischia di estromettere dal Parlamento le forze che si appongono alle politiche liberiste e capitaliste che stanno strangolando l’Europa ed il mondo, mettendo la parola fine alla sinistra socialista in Italia e aprendo la stagione (fallimentare in partenza) della “sinistra” liberale. Esemplare la resa a questa ideologia del segretario della CISL Bonanni che già si auspica un Monti-bis, evidentemente soddisfatto dei risultati del governo per migliorare la condizione dei lavoratori (categoria che Bonanni dovrebbe salvaguardare).

Per ora non sono pervenute le scelte future di SEL: il compagno Vendola a questo punto deve decidere se appoggiare un nuovo esecutivo in continuità con le politiche anti-sociali, borghesi e privatistiche che sin qui sono state promosse o riportare la discussione politica su temi sociali e di costruzione di un modello anti-capitalista della società.

Annunci

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...