Aumenti IMU, IRPEF e TARSU a Marino

In questa estate torrida è giunta anche a Marino la doccia gelata delle manovre rigoriste del Governo Monti, manovre che per salvare il capitale bancario si sono rivolte ad opprimere la già complessa situazione dei cittadini.
Le aumentate imposte comunali sono conseguenza dei tagli agli enti locali perpetrate dal tecnico bancario e votate ed avallate dalla troika opportunistica che lo sostiene in Parlamento, anche la stessa IMU ha identica paternità ed il salasso, ingiusto soprattutto per la prima casa, va imputato ai partiti che l’hanno votata, partiti che hanno un nome e si chiamano PDL, UDC e PD pertanto riteniamo quantomeno estraniante una qualunque protesta in ambito locale da parte loro visto che i loro direttivi nazionali hanno favorito tali tasse.Premesso questo non si deve pensare che la nostra analisi politica ed economica esenti da colpe, secondo noi gravissime, la Giunta Palozzi ed il sindaco stesso: gli aumenti dell’IRPEF comunale e le alte aliquote dell’IMU sono la rappresentazione di una politica amministrativa basata solo su sperperi faraonici in opere “pubbliche” (il virgolettato è obbligatorio qualora si costruisca un parcheggio, ci si spenda 300.000 euro e si faccia pagare l’uso ai cittadini) e sulle solite tassazioni lineari che colpiscono senza tener conto del livello di reddito dei contribuenti.
Il Comune avrebbe dovuto adottare una lotta all’evasione, di cui non abbiamo traccia, per poter recuperare denaro; potrebbe rinunciare a sprechi inutili (a partire da consulenze e lavori non richiesti) in modo da consentire una gradualità dell’imposta reddituale e una riduzione dell’aggravio dell’IMU.

La maggiore evidenza del fallimento delle politiche comunali si evince però nell’aumento della TARSU perché in questo incremento, oltre ad una necessità di far cassa, è presente anche la catastrofica gestione dei rifiuti a Marino, gestione che il PRC ha più volte denunciato: qualora applicato con dovizia, nei Comuni che hanno scelto per la raccolta porta a porta, lo smaltimento dei rifiuti non solo si è ridotto come costi ma ha anche generato posti di lavoro e ricchezza.
Rifletta la Giunta sui suoi errori amministrativi, non si appelli alla congiuntura critica che l’Italia soffre, perché oggi oltre a pagare la repressione economica di Monti e del PDL-UDC-PD noi a Marino paghiamo anche le scelte errate che in questi anni sono stati fatti.

Annunci

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...