ONCOLOGIA DEI CASTELLI A MARINO?

Ospedale MarinoLa Federazione della Sinistra di Marino denuncia l’allarme sanità. Denuncia l’indecisionismo della Regione Lazio. Denuncia la latitanza del Comune di Marino.

In campo sanitario la situazione del Lazio, e ed in particolare dei Castelli Romani e a Marino, è più grave di quanto sembra. Siamo in presenza di sabbie mobili. Siamo tornati ai tempi della vecchia politica democristiana: cercare di non scontentare nessuno per non decidere mai.Conseguenza: sprechi notevoli. Inefficacia della politica sanitaria. Cittadini bisognosi di cure e pazienti allo sbando (sia nel pubblico che nel privato), ma con una possibilità in più per i privati di fare grandi affari.
Perché? Perché il privato si organizza per fare cassa, e, nel regno del non decidere, chi si muove liberamente può liberamente trovare spazio per i propri affari.
Questi convincimenti non ci vengono solo dalle promesse mancate della destra al governo di
Marino e della destra al governo della Regione e della sanità regionale ma trova conferma proprio dal linguaggio ambiguo del Direttore Generale della Asl Roma H.
In una recente intervista rilasciata a Marino24ore, il dott. Alessandro Cipolla ha, tra l’altro, detto: “…il nosocomio di Marino è nevralgico e fondamentale per tutta la sanità castellana, anzi io continuo a proporre per il San Giuseppe l’insediamento di un polo oncologico vista la presenza di medicina nucleare. Ora bisognerà vedere se con la Regione Lazio riusciremo a fare questo percorso”.
Noi comunisti della Federazione della Sinistra, preoccupati della carenza dei servizi ai cittadini, del restringimento delle politiche di welfare e sicurezza sociale intraprese sia dalla Giunta di destra alla Regione Lazio che dal Governo Monti, denunciamo che le parole pronunciate dal dott. Cipolla sono oltremodo un grido d’allarme rivolto alla insensibilità e alla sottovalutazione della politica sanitaria nella Asl Roma H da parte della Regione Lazio e della Presidente Polverini.
Non si spiega altrimenti l’ammissione del direttore con quel “..bisognerà vedere con la Regione Lazio..”.
Il messaggio è rintracciabile, anche se immediatamente chiaro. E’ la Regione Lazio che non dà la possibilità, o la certezza, di utilizzare in modo programmato una struttura ospedaliera come il San Giuseppe di Marino.

E’ la Regione Lazio e la Polverini che non tengono in dovuto conto delle professionalità dei medici, dei paramedici e di tutto il personale ospedaliero che opera a Marino.
Manifestiamo la nostra totale disapprovazione sul silenzio colpevole delle giunte regionale e
comunale che getta la sanità e la tutela della salute dei cittadini a Marino nelle sabbie mobili.

Così come non accettiamo la mancanza di una denuncia netta da parte della Asl.
Intanto, assistiamo al fatto che la Giunta marinese latita, e che la protettrice Polverini si dedica, solo di quando in quando, a fare spot elettorali su Marino.
Anche nel campo della sanità, della sicurezza sociale, dei diritti basilari dei cittadini, c’è bisogno del ritorno della Sinistra.

Annunci

One thought on “ONCOLOGIA DEI CASTELLI A MARINO?

  1. Pingback: Ospedale di Marino – Le menzogne svelate | Rifondazione Comunista di Marino

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...