Costa Caselle – Fogna di storia o storia di fogna?

Quando si violano i diritti della cittadinanza e della tutela del territorio il partito della Rifondazione Comunista è sempre al fianco di chi viene oppresso e di chi subisce ingiuistizie.

Come partito siamo sempre stati in disaccordo con il piano di sviluppo urbanistico della zona di Edilizia Convenzionata sita in Costa Caselle per le problematiche ampiamente note di rischio di dissesto idro-geologico e per il degrado imposto all’interno di una delle poche zone di verde lasciate nel paese.
Una volta terminati i lavori abbiamo assistito, come tutti i cittadini che hanno acquistato le case di Costa Caselle, all’inizio di una diatriba fra Comune e Provincia sui lavori necessari per la messa in opera delle fognature.
L’afflusso dei nuovi abitanti infatti rende assolutamente necessario l’adeguamento di una rete fognaria non adatta a gestire l’incremento di popolazione: da questo momento nasce quello che potremmo definire un vero e proprio dramma per gli speranzosi acquirenti, presi infatti in mezzo ad un eterno rimpallo fra la giunta Palozzi e la giunta provinciale su chi dovesse affrontare i lavori si sono visti procrastinare la consegna delle loro case ma non delle spese subendo delle gravi ricadute economiche che hanno reso per le loro tasche quasi inutile il vantaggio portato dall’iniziativa di edilizia “popolare”.

Effettuare diatribe politiche sulla pelle dei cittadini è un gioco che Rifondazione Comunista ha sempre abborrito ed oggi prende atto che il Consiglio Comunale ha deciso, all’unanimità, di avviare i lavori per l’adeguamento della rete fognaria e monitorerà per conto della cittadinanza che entro la fine dell’estate, come dichiarato dall’amministrazione Palozzi, i lavori verranno conclusi oppure se quanto dichiarato dal sindaco resterà l’ennesima promessa inevasa.

Ravvisiamo sin da ora dei passaggi non chiari su quanto deliberato: il finanziamento della rete fognaria per ora non risulta nè a carico del Comune, nè a carico della Provincia, richiediamo sin da subito un chiarimento all’amministrazione Palozzi su tale punto, non vorremmo che il peso dei costi ricadessero ulteriormente sui cittadini e soprattutto sui nuovi acquirenti delle case a Coste Caselle che, visti i colpevoli ritardi delle amministrazioni, ad oggi sono spesso costretti a pagare sia l’affitto degli stabili che ancora abitano sia i mutui o gli oneri di case che hanno pagato ma in cui non possono entrare.

Annunci

One thought on “Costa Caselle – Fogna di storia o storia di fogna?

  1. Pingback: L’amara verità di Costa Caselle | Rifondazione Comunista di Marino

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...