Il Governo delle ceneri e degli affari

Riportiamo da Luca Tittoni di differenziati.it un preoccupante allarme che pone la questione su come il Governo possa aver cura della nostra salute e delle proteste dei cittadini: ad Albano come in Val Susa i movimenti dalla base vengono ignorati anche quando esistono delle sentenze e delle lotte legali per la loro salvaguardia.
Settimo invaso
Nessuno si era spinto a tanto. Nessuno.
Sembra che vi siano fortissime pressioni del governo Monti sul Consiglio di Stato per far approvare il già bocciato impianto di Albano Laziale – Roma Sud.
Il folle progetto di centrale elettrica alimentata a gas di sintesi derivato da CDR più grande d’Europa che dovrebbe sorgere tra Roma ed i Castelli Romani (impianto del monopolista dei rifiuti Manlio Cerroni) avrebbe un improvviso quanto ormai inaspettato via libera.
Questo secondo il Ministro dell’ambiente Clini, che parla di un vero e proprio semaforo verde all’ “opera” VIOLANDO IL SEGRETO ISTRUTTTORIO.
Nonostante infatti la bocciatura del mega forno brucia rifiuti da parte del TAR Lazio per vizi nell’iter autorizzativo concesso da Piero Marrazzo e manifesta incompatibilità sanitaria dell’opera con l’area in oggetto, nonostante tutto facesse presagire il contrario dopo l’udienza al Consiglio di Stato tra legali del Consorzio Co.E.Ma (AMA + ACEA + CERRONI)  letteralmente ridicolizzati dalla documentazione tecnico-scientifica portata dai legali dei movimenti cittadini, oggi Corrado Clini PARLA A SENTENZA ANCORA NON PUBBLICATA. “L’impianto può ripartire, il Consiglio di Stato ha dato l’ok” dice.
Mentre tutti attendono la pubblicazione della sentenza del Consiglio di Stato, per prime le parti in causa, qualcuno manovra la stessa o la conosce violando il segreto istruttorio o, ancora, fa illecite pressioni sul Consiglio di Stato.
Il Governo Monti ha preso gusto a sospendere ogni cosa, dopo la democrazia anche la legalità. Ma questa volta forse è troppo. Corrado Clini o meno è assodato che LA NOSTRA BATTAGLIA PER IL DIFESA DELLA LEGALITA’, DEL TERRITORIO E DELLA SALUTE DEI CITTADINI, PROSEGUE, PIU’ CONVINTA DI PRIMA.
Da Corrado Clini che invitiamo a tacere, ci saremmo aspettati dichiarazioni su come salvare Roma da un’emergenza rifiuti sempre più pilotata, e salvarla con infrastrutture moderne e per mezzo della raccolta differenziata. Com amarezza constatiamo l’appiattimento del Governo Monti sulle necessità della lobby dei rifiuti, violando per giunta la legge. Amarezza che ci dà ulteriore forza per andare avanti.AGENZIA ANSA ITALIA – Corrado Clini: “Sbloccate le procedure sull’inceneritore di Albano”
RISPOSTA DEI MOVIMENTI CITTADINI DEI CASTELLI ROMANI
Annunci

2 thoughts on “Il Governo delle ceneri e degli affari

  1. Pingback: Il “No INC” denuncia il ministro Clini | Rifondazione Comunista di Marino

  2. Pingback: Discarica Falcognana-Ardeatina: quando la speculazione diviene cannibale | Rifondazione Comunista di Marino

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...