Il Lavoro come fondamento del contesto politico

Proseguiamo l’approfondimento sulla questione del lavoro e dei lavoratori evidenziando come la ventilata “riforma” del ministro Fornero avrà un profondo impatto politico in Italia e come il lavoro stesso sia uno strumento fondamentale della politica italiana.
Società e parassitiLo Stato moderno e di stampo socialdemocratico è stato, secondo le teorie marxiste in seguito riprese da Lenin, il moderatore delle lotte di classe: l’organo preposto a mitigare le varie istanze sociali,l’arbitro fra il parassitismo del capitalista e la necessità di emancipazione del lavoratore.

Partendo da questa premessa si comprende come il lavoro, e in special modo il lavoro sicuro ed indeterminato, abbia svolto un ruolo fondamentale per attuare le istanze sociali della classe lavoratrice. Le Riforme e vittorie ottenute dal 1948 in poi, dalla classe dei lavoratori furono i traguardi che la che tale classe riuscì a strappare ai poteri capitalistici in virtù della sua unità, della sua aggregazione e della sua forza, dimostrando che il bilanciamento dello Stato social-liberista poteva essere pesantemente spostato a favore di una classe grazie alla sua compattezza e determinazione.

Dagli anni ottanta in poi la disgregazione della forza lavotrice, la fine dell’unità sindacale, la deriva opportunistica di molti partiti dell’area socio-comunista del nostro paese verificò lo sbilanciamento dei rapporti di forza.
L’allettante sogno borghese, la cieca speranza dei precursori dell’attuale centro-sinistra di attuare la fusione di due classi sociali così lontane,aprì la porta al ritorno del potere capitalista nella nostra politica e da lì nell’economia statale e nel contesto sociale.

Con gli ultimi governi di centro-destra e soprattutto oggi si attua il piano finale per compromettere ogni lotta di classe da parte dei lavoratori: con l’accantonamento dell’articolo 18 si pone fine ad ogni possibilità di stabilità per il lavoratore che, precario nel suo lavoro, non potrà più trovare in esso l’elemento di emancipazione in grado di elevarlo al di sopra del potere dei suoi “padroni”.
Con il superamento dell’articolo 18 verranno a mancare i presupposti per l’esistenza dei sindacati nelle aziende e nelle fabbriche, non più tutelati da alcuna norma e per questo possibili primi bersagli delle “uscite flessibili” e senza sindacati si perderà quel bagaglio culturale e sociale che è stato il fondamento delle lotte negli ultimi cinquant’anni.

E senza appoggi politico-sindacali, senza una coscienza in grado di risvegliarsi e senza nessuno in grado di risvegliarla, la classe lavoratrice si dovrà subordinare al padronato.

Per tali motivazioni Rifondazione Comunista e la Federazione della Sinistra non solo è contro una riforma del lavoro che vada a incidere negativamente sull’indipendenza del lavoratore rispetto all’azienda ma è favorevole all’estensione dell’articolo 18 in ogni azienda, anche al di sotto dei 15 dipendenti, in modo che si possa ricreare una vera coscienza di classe in grado non solo di contrastare il capitalismo, reale artefice della crisi, ma anche di imporre un nuovo modello economico, politico e sociale.

Annunci

5 thoughts on “Il Lavoro come fondamento del contesto politico

  1. Pingback: PRC Castelli e la Sigma-Tau | Rifondazione Comunista di Marino

  2. Pingback: Giù le mani dall’articolo 18! | Rifondazione Comunista di Marino

  3. Pingback: Il lavoro come strumento economico di rivalsa | Rifondazione Comunista di Marino

  4. Pingback: Il lavoro: parola d’ordine della coscienza di classe | Rifondazione Comunista di Marino

  5. Pingback: Controriforma del lavoro – Facciamo il punto | Rifondazione Comunista di Marino

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...