Consigli inascoltati

Nelle valutazioni della Commissione europea e delle agenzie di rating, da qualche mese la nota più preoccupante per l’Italia non è il contenimento del disavanzo pubblico, ma la constatazione che la crescita economica è insufficiente e che non sono stati messi in opera interventi strutturali per garantire un aumento del Pil nei prossimi anni. L’interrogativo è per quanto tempo saranno sostenibili i miglioramenti raggiunti in questo periodo sul fronte del deficit. Usando un termine ciclistico, se si va verso il pareggio o al limite il surplus nel bilancio facendo il surplace nell’economia, i mercati non lo traducono affatto in un esempio di virtuosismo“.

Così ammoniva e profetizzava qualche mese fa un illustre economista italiano molto stimato in Europa quando l’attacco speculativo si iniziava ad abbattere sull’Italia e bisognava prendere delle scelte. Le scelte suggerite si fondavano sulla produttività, sul creare lavoro non preoccupandosi troppo del disavanzo, si richiedeva al Governo in carica (Berlusconi) di far decollare il PIL perché nel famoso rapporto debito/PIL che tanto ci opprime questo economista italiano riteneva (giustamente) che incrementare il denominatore portasse effetti sicuramente più benefici del ridurre il numeratore.

La stretta sulle spese, l’aumento delle tasse e la riduzione dei servizi portano al blocco dell’economia, questo ci veniva detto.

Ora ci chiediamo presidente Monti, perché queste parole, che lei stesso ha pronunciato non sono state ascoltate neanche da lei? Sappiamo che “nemo profeta in patria” però che neanche lei si desse ragione ci sembra quantomai curioso.

Perché la sua manovra fa l’esatto opposto e ci conduce verso il baratro della depressione e al blocco della nostra economia reale? Quale delle due versioni è quella veritiera? Quella dichiarata o quella effettuata? Cosa o chi le ha fatto cambiare idea condannandoci alle conseguenze che già lei preventivava quest’estate?

Annunci

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...