Con la morte nel cuore….

Con tali parole,compagni e compagne, inizia l’annuncio che uno dei più noti speaker di “RadioRock”, Prince Faster, ha fatto sul suo sito per annunciare l’abbandono della radio dopo la decisione unilaterale di uno dei dj di intervistare Iannone, presidente di CasaPound Italia.

Questo atto ha portato non solo all’abbandono di Prince Faster e anche alle dichiarazioni di dissenso di molti altri dj e alla presa di posizione del gruppo dei 99 Posse che ha diffidato la radio di mandare in onda in futuro i loro brani musicali; il fatto, già di per sé grave di una scelta individuale e non mediata dalla redazione della radio (caso strano no?), è ulteriormente aggravato dalla personalità a cui si è deciso di dare spazio e dal contesto: parliamo infatti di una radio che, pur se non esplicitamente, si è sempre schierata con posizioni vicine alla Sinistra.

Inutili sono gli appelli, provenienti da varie voci, dell’assoluta buona fede del gesto; è da considerarsi privo di criterio logico e politico chi si aggrappa disperatamente alla tanto cara “volontà di far esprimere democraticamente le opinioni” a tutti quanti.

Non possiamo che condannare tale atteggiamento perché non si tratta di volontà democratica ma di cecità politica, di ignoranza istituzionale, di qualunquismo becero e mentecatto: è sbagliato e dannoso aprire alla democrazia chi si è sempre posto fuori dai suoi criteri e le sue regole sia nei fatti che nello statuto fondativo.

È sbagliato continuare a far passare come un’innocua onlus benefica e ambientalista chi, senza vergogna, si dichiara erede del fascismo, erede, ricordiamo ai sedicenti “difensori della democrazia”, della peggiore ideologia razzista ed antidemocratica artefice dell’epoca più scura della nostra storia.

Ricordiamo a tutti questi ignoranti della politica e della storia che la democrazia non vuol dire “far parlare tutti” o “ascoltare l’opinione di tutti” ma rappresenta un’istituzione in cui partecipa chi accetta determinate regole, regole costruite sul rispetto di persone, razze, idee e sulla non violenza; chi rigetta queste regole fondamentali non è degno di partecipare.

Accusiamo chi dà voce a questi “fascisti del terzo millennio” e chi asseconda tali scelte senza alcun appello!

Chiediamo a tutti i compagni e le compagne e ai cittadini tutti di unirsi a noi in questa condanna boicottando attivamente “RadioRock” smettendo di ascoltare le sue frequenze.

Annunci

2 thoughts on “Con la morte nel cuore….

  1. (ripropongo qui, quanto già scritto su PacOnLine)
    maurizio aversa
    10/11/2011 alle 7:27 PM
    Fortunatamente, secondo la ricostruzione che è iniziativa del solo Emilio Pappagallo, evita decisioni drastiche tipo “tolgo radiorock dalla mia programmazione”. Nel senso, che se risulta a verità, e non ho motivo di pensare il contrario, che la redazione era all’oscuro di ciò, il passo successivo è la sfiducia ad emilio pappagallo. Non se ne esce. Occorre una iniziativa forte ed equivalente al danno per riparare. Non è che abbiamo visto l’esercizio del diritto “di tribuna”. Fascisti che siano emarginati non mi pare proprio. Lo vediamo in Italia, lo vediamo nel Lazio. E abbiamo prove e controprove, ultimo — solo in ordine di tempo — l’assalto a Roma ad un gruppo di attivisti che affiggeva manifesti. Per questo, senza ultimatum definitivi, ma con un avviso a tempo propongo: i compagni e le compagne che abitualmente ascoltano radiorock, sospendono tale opzione fino a quando non sarà ristabilito in modo forte la conferma editoriale che da sempre ha contraddistinto radiorock. E, per dirla tutta, lo propongo anche se spesso non condivido parte delle analisi, alcuni giudizi e qualche liquidazione politica sui comunisti. Ma questa è un’altra storia: minuta, rispetto all’altra enormità da correggere. Libertà di parola per tutti, nessuno spazio ai fascisti che stanno fuori dalla storia e dalla costituzione.

  2. Pingback: Ennesima aggressione fascista a Ciampino | Rifondazione Comunista di Marino

Contribuisci con la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...